I dolci marocchini sono un tripudio di profumi. Di fiori d’arancio, mandorle, sesamo, fichi, datteri e acqua di rose, di anice e di miele. Sono dei dolci molto molto calorici, oltre che per il fatto di essere spesso ricchi di frutta secca, anche perchè lo zucchero abbonda sempre e perchè spesso si tratta di dolci fritti. 
Di fatto l’alta percentuale di zucchero tradizionalmente non è legata solo a questioni di gusto, ma per lo più di conservazione. Era questo infatti il metodo utilizzato un tempo per mantenere più a lungo alcuni cibi.  
Malgrado i sistemi di conservazione oggi siano cambiati, l’alta percentuale di zucchero è rimasta un tratto distintivo della pasticceria marocchina. E malgrado molti possano trovare questi dolci eccessivamente zuccherati, la pasticceria marocchina offre dei prodotti di grande qualità e in grandissima varietà. 
Baklava, sigari dolci, corna di gazzella, beghrir, biscotti all’anice, panini dolci….insomma, non posso nominarli tutti posso solo dire che qualunque di questi scegliate trovandovi al banco della pasticceria, non ne rimarrete delusi, l’unico problema sarà l’imbarazzo della scelta. 


Ingredienti
per 20 sigari
pasta fillo: 10 fogli
mandorle: 350 gr
sesamo: 50 gr
burro: 100 gr 
zucchero: 130 gr
zucchero a velo: 2 cucchiaini
acqua di fiori d’arancio: un cucchiaino
limone: la scorza grattugiata di mezzo
miele: qualche cucchiaio
olio per friggere: qb


Procedimento
In un mixer tritare le mandorle azionando l’apparecchio ad intermittenza, insieme a due cucchiaini di zucchero e velo.  In una padella antiaderente tostare leggermente il sesamo ed aggiungerlo alle mandorle. Mescolare il tutto con lo zucchero, aggiungere, poco burro fuso (circa un cucchiaio), l’acqua di fiori d’arancio e la scorza del limone grattugiata finemente e mescolare bene. Formare con l’impasto dei piccoli cilindri e tenerli da parte. Tagliare la pasta fillo in rettangoli regolari ( tenerli sotto uno straccio leggermente inumidito finchè si procederà alla preparazione dei sigari, sennò la pasta seccherà e non sarà più possibile lavorarla). Spennellare ogni rettangolo con burro fuso abbondante, sistemare un cilindro di impasto in cima al foglio di pasta fillo, parallelamente al lato più corto del rettangolo. Ripiegare internamente i due lati più lunghi e poi arrotolare il cilindro su sè stesso sigillandolo bene. Procedere così per tutti gli altri sigari. Friggerli in olio caldo ( 170°/180°C circa) finchè non saranno dorati e servirli cosparsi di miele.