Imbrigliarsi nella rete dell’amore non significa affatto essere catturati, piuttosto intrecciati.
Unioni a maglie larghe, che legano senza stringere, o a maglie strette, che intensamente scaldano ambienti, cuori o persone, oppure solo attraverso un filo, che sostiene con la più estrema leggerezza.

Ci sono torte che danno il meglio di sé sospese, tra le braccia di un albero, monoporzioni che risaltano su appoggi di trame d’acciaio, così come schiene che mai sarebbero state davvero valorizzate senza il gioco di un legame di stoffa.

Raggi, diagonali, legami.
Come una rete che raccoglie e valorizza.

Ricevimenti che riescono a intersecare sobrietà, eleganza e innovazione del gusto.