Il Marocco è tanti sapori e tanti profumi.Per esempio quello dell’acqua di rose e fiori d’arancio dei suoi meravigliosi dolci, che adornano le vetrine delle pasticcerie di Marrakech. Quello della menta, dell’immancabile tè che accompagnerà tutta la vostra permanenza. Quello delle spezie che spuntano ad ogni angolo di un suk brulicante e vivace.Quello dei fumi delle tante cucine  che ogni sera trasformano piazza Djem el Fnaa in un gigantesco ristorante all’aperto. 
E se devo dire qual’è il profumo che della cucina marocchina è rimasto di più impresso nella mia memoria, beh è senza dubbio quello delle sue tajine, speziate e calde, quello del meraviglioso pollo alle olive e limoni confit, il piatto che vi propongo oggi. 
Da cuocere in Tajine, per preservarne tutti i profumi e i sapori, riuscirete a gustare un ottimo piatto anche se lo preparerete in una pentola di coccio, purchè la cottura sia molto lenta per regalarci una carne morbidissima e profumata. 



Ingredienti

per quattro persone
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 1ora e mezza

pollo: 4 pezzi di cosce e sovracosce
cipolla: una
aglio: uno spicchio
zenzero: tre fettine di radice fresca
ras el hanout: 1/2 cucchiaino
coriandolo: un mazzetto piccolo
prezzemolo: un mazzetto piccolo
olive verdi: 100 gr
sale e pepe: qb
olio extravergine di oliva: qb
limoni confit: uno

Procedimento
Affettare finemente la cipolla e rosolarla un qualche cucchiaio di olio finchè sarà morbida, aggiungere l’aglio tritato e far rosolare un minuto. Aggiungere le spezie e lasciare insaporire. In una padella a parte rosolare bene il pollo (anche con la pelle, ma io la tolgo per avere un piatto più magro) preventivamemnte salato, poi aggiungerlo alla pentola con la cipolla, coprire con 400 ml di acqua calda e cuocere per un’ora a fuoco basso e con il coperchio. Trascorso il tempo aggiungere al pollo le erbe tritate, le olive, e il limone confit di cui terremo solo la buccia preventivamente lavata e che taglieremo a striscioline. Pepare a piacere e lasciare cuocere ancora un quarto d’ora circa finchè la salsa sarà ben ristretta. Servire in tavola ben caldo.