Le marmellate sono quella pentola nelle nostre cucine che potrete trovare sempre sul fuoco. Sono una delle basi dove si appoggia la fantasia di un piatto, dai formaggi da stuzzicare alle crostate da farcire, sono colore in dispensa, dolcezza istantanea, dita intinte, vasetti in dono.

In questi giorni stiamo osando accostamenti nuovi, fatti di frutta e spezie, per esaltare prima le proprietà singole dei componenti, portandole al loro massimo risultato, poi le pietanze che andranno ad accompagnare, dalle carni alle basi di pasticceria, nessuno escluso.

Ecco allora che ci troviamo ad etichettare vasetti sotto il nome di “fragola e vaniglia”, “limoni, pere e zenzero”, “mela e anice”

Le immagini riportano le confetture preparate ieri, composte da mela e radici di sambuco. Abbiamo chiuso le radici essiccate in un piccolo panno e adagiate poi nel mezzo della bollitura delle mele; un modo per infondere aroma alla frutta senza coprirla o renderla troppo condita.
Il risultato ottenuto è una marmellata dalla consistenza corposa e dal sapore di sambuco tenace ma non invadente. Sicuramente insolito e raffinato.