Per iniziare con chiarezza, sappiate che mise en place letteralmente significa “fare la linea”, vale a dire organizzare e predisporre una serie di dettagli per garantire la linearità di un’operazione principale.

Nel nostro caso, lo scopo della mise en place è allestire una tavola perfetta!

Mise en place

Mise en place: le fasi da seguire sempre

I preliminari per assicurarsi una mise en place senza sbavature per qualsiasi tema o tovagliato sono i seguenti, sempre e comunque:

  1. pulizia e ordine dello spazio che accoglie il matrimonio;
  2. scelta di un numero di tavoli adeguato alla comodità degli ospiti;
  3. allineamento dei tavoli e sistemazione dei mobili attorno;
  4. disposizione del tovagliato (mollettone, tovaglia e coprimacchia);
  5. allineamento delle sedie;
  6. apparecchiatura di tutti i tavoli secondo l’allestimento concordato.

Mise en place

Mise en place: come sistemare piatti e forchette

Partendo dalla considerazione che oggi molte regole sono in disuso, ricordiamo che l’eleganza e la cura della tavola non passeranno mai di moda!

Una mise en place abbastanza completa sarà così organizzata, considerando il piatto come un orologio.

  • A ore 12.00 del piatto, si collocano la forchettina e il mezzo cucchiaio per il dessert, con la forchetta come prima posata verso il piatto e le punte rivolte a destra e il cucchiaio sopra opposto alle punte.
  • Nella posizione di ore 01.00 si posizionano i bicchieri in questo ordine partendo da sinistra: bicchiere per l’acqua, bicchiere per il vino rosso e calice per il vino bianco.
  • Al posto delle ore 03.00 si adagiano i coltelli, i più piccoli all’esterno.
  • Ore 9.00 è il posto delle forchette, sempre posizionate con le più piccole esterne.
  • A ore 11.00 si colloca il piattino per il pane.

Mise en place

Mise en place: come apparecchiare una tavola di nozze con il pizzo

Il tovagliato in pizzo che il catering MaggiorDomus utilizza per le lace mise en place è a trama fitta, perfetta per adeguarsi a qualsiasi ambiente, anche a quello più minimal.

Che si tratti di una location country, di un giardino o di un elegante salone, una mise en place con tovagliato in pizzo denso sarà sempre chic e mai inadeguata.

Tovaglioli, tessuti e una eventuale seconda tovaglia sotto il pizzo rivestono un ruolo fondamentale per un’eccellente riuscita di un allestimento di nozze.

Runner o fiori a macchia, candelabri, scelta delle porcellane e di tutto il “corredo” del pizzo ricamato decreteranno il timbro definitivo di una wedding mise en place.

Mise en place

Mise en place di pizzo boho-chic

Le immagini di questo articolo raccontano un allestimento boho-chic, in grado di inserirsi con classe in una barchessa d’epoca, molto raffinata e arredata con dettagli vintage.

Lasciare intravedere un tovagliato color pesca sotto quello di pizzo ha creato raccordo con la pavimentazione e l’atmosfera romantica.

Mise en place

Giocare con gli allestimenti floreali verticali ha donato, invece, tridimensionalità alla lunghezza del tavolo imperiale!

Le rose, poi, sono state la scelta finale per dare un tocco di sogno a tutto l’ambiente!

Una mise en place rock and chic con il pizzo si potrà ottenere con dettagli d’acciaio o neri, una fiabesca optando per un total white anche del tovagliato di fondo.

Mise en place

Mise en place