01

 

Cibo buono per pescatori, viaggiatori, persone in movimento, la focaccia è l’altra faccia del pane, a tutti gli effetti. Tra le diverse nascite che le vengono associate, sembra abbia origine anche dai lunghi tempi d’attesa dei fornai durante le notti di lavoro, ore ingannate infornando pezzi di pasta che venivano poi mangiati in compagnia, spesso conditi di ortaggi o formaggi.

C’è chi dice che la focaccia esistesse già all’epoca di fenici, cartaginesi e greci che elaboravano farine di orzo, segale e miglio e chi afferma che, nell’antica Roma, venisse offerta agli dei.

Simile al pane per la natura del suo impasto, ma profondamente diversa per la sua versatilità, oggi la focaccia viene prodotta in una vastissima gamma di tipologie, mai uguali per condimento e lavorazione, e assume tante denominazioni, anche locali. Pensiamo alla crescenta, alla schiaccia, alla chizzuola, alla fogazza. E ancora la gastella, la messinese, la cofaccia

La focaccia è un cibo versatile, forse per questo ci piace tanto, e oggi vi riportiamo le foto delle nostre cucine nel momento in cui sono dedicate esclusivamente alla sua preparazione. Perfetta per la colazione, per merenda, adorabile la sera durante un aperitivo o abbinata a un buon calice di vino bianco: tutte le occasioni sono giuste per gustarla e appropriarsi del senso di comunione che questo cibo così semplice trasmette.

Le immagini di oggi raccontano, quindi, le focacce in preparazione nelle cucine di Maggiordomus, nelle nostre cucine. A febbraio abbiamo sempre tanta voglia di aggiungere colore, perché marzo e la primavera sono vicini, e sperimentiamo nuove farine, nuove tecniche di lavorazione e abbinamenti di materie prime.

Focacce con la farina arsa, per esempio. La farina di grano arso è un prodotto tipico della Puglia, si ottiene tostando il grano duro locale fino a renderlo di colore marrone inteso. È una farina molto aromatica che si impiega in quantità ridotta.
Oppure focacce di farina 00 condite con pomodori, spinaci o noci nell’impasto, zucchine e peperoni sulla superficie.

Pensate ai cocktail di inizio primavera, quando il caldo non è ancora eccessivo. La golosità aumenta di pari passo alla bella stagione e occhi, palati e punta delle dita si rallegrano se incontrano il colore. Le focacce, oltre al colore, vi inonderanno anche di sapore.

 

02

 

03

 

04

 

05

 

06

 

07

 

08

 

09

 

10

 

11

 

12

 

13

 

14