Lo sapevate che i fiori di autunno a disposizione per l’allestimento di matrimoni o eventi in genere sono molti, colorati e adatti a essere usati in mille combinazioni e creazioni originali?
 

Fiori di autunno

 

Le proposte stagionali sono così varie da non temere di annoiarsi, né di dover ripiegare in decorazioni fuori periodo e possono essere sfruttate sia in chiave più calorosa e romantica, in ambito di ricevimento matrimoniale, sia in chiave easy per abbellire eventi business, cene di lavoro, compleanni, feste private.

Le immagini di oggi raccontano proprio questo, i fiori di autunno che il nostro banqueting di Padova ha utilizzato durante gli allestimenti del mese di settembre, il primo dell’autunno.

Partiamo dal fiore della dalia! Attraverso la moltitudine di colori caldi e sgargianti, le dalie non vengono mai meno alle loro origini tropicali in nessun ambiente, anche nel più freddo, trasmettendo sensualità rinascimentale e bellezza esotica ad ogni occasione di incontro.

Se prestiamo attenzione anche al significato di questa specie di fiore, eleganza e riconoscenza, ammirazione e femminilità, comprendiamo come proporre la dalia all’interno di un bouquet per una sposa di autunno sia adatto e di buon augurio, un presagio di armonia futura.

Che dire, poi della rosa inglese? Molte di queste foto la ritraggono a centrotavola o come decorazione dell’area bomboniere, per esempio. Le rose inglesi rappresentano il fascino assoluto, ogni esemplare si distingue dagli altri per la particolarità del fiore, per portamento gentile, fogliame e profumo.

I colori delle rose inglesi sono sempre portatori di luce, morbidezza e grazia fuori dal tempo.

Perfette a mazzo, singole, per micro allestimenti qua e là, contestualizzate se all’interno di convention fatino, beauty o cene conviviali d’autunno.

In merito all’amaranto, invece, cosa raccontiamo parlando dei fiori di autunno? Vi diciamo che l’amaranto è foglie come se fossero fiore! Lo suggeriamo nelle composizioni che vogliono essere impattanti e tra le mani delle spose che non temono di osare! Il suo nome botanico, Amaranthus caudatus, già presagisce le sue potenzialità estetiche come le cadute scenografiche e le distese d’effetto.
È una specie che ci piace parecchio anche per il simbolo che conduce, vale a dire l’immortalità, ‘l'unico che non appassisce’, nel significato del termine greco ‘amarantos’.

Infine, tra i molti fiori d’autunno ideali per decorazioni, allestimenti e bouquet, vogliamo portare la vostra attenzione sull’erica e l’orchidea.

La fioritura dell’erica avviene proprio tra l’autunno e l’inverno e può essere di molte tonalità, dal bianco al rosso, fattore che la rende duttile in plurime situazioni di ricevimento, più o meno sobrie. L’erica può raggiungere un’altezza tra i venti centimetri e il metro e mezzo, anche questo dettaglio che non è affatto trascurabile se si vuole trattarla in verticale oppure orizzontale, a buffet oppure sull’altare. All’erica, ci piace accostare piccole piante sempreverdi, capaci di accompagnarne il passo in maniera silenziosa e compatta.

Quindi l’orchidea, che di certo molti di voi conoscono. L’orchidea è la sinuosità assoluta, è sensuale quando trattata a cascata tra le dita di una sposa di autunno che cerca calore e profondità, è tenace con tatto nel contesto di un business meeting di alto livello, dove sarà opportuno si inserisca in piccole dosi per indicare un mood senza eccedere.

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno

 

Fiori di autunno