01

 

Sapete dove siamo stati lo scorso weekend? Siamo stati a Parigi, all’appuntamento di inizio anno di Maison&Objet, la fiera per eccellenza dedicata al lifestyle, alla casa, agli allestimenti.

È qui che, ogni anno, cogliamo le tendenze mondiali in tema di arredamento e atmosfere e dove possiamo vedere in anteprima, e tutte insieme, le anticipazioni creative di designer e architetti dell’oggettistica che tanto ci servono nel nostro organizzare eventi quotidiano, nell'ideazione dei mood nuziali o di un ricevimento aziendale che brama alla ricercata e accurata novità.

Maison&Objet 2017, andato in scena dal 20 al 24 gennaio 2017, si divideva in tre sezioni: maison (dedicata agli interni), objet (accessori e complementi) e influences (arredi di lusso e ultime mode) e come sempre aveva un tema dominante, cioè la tendenza delle tendenze, individuato quest’anno nel Silenzio.

“Silenzio”, dunque, la parola d’ordine, ed ecco allora che vi raccontiamo di materiali leggeri e giochi di trasparenze, geometrie semplici e accostamenti delicati, tridimensionalità e ambientazioni in grado di offrire un riparo sicuro dalle tante immagini e dal frastuono che ci circondano tutti i giorni.

Ci siamo trovati di fronte a un concetto di bellezza del ricevere, e del vivere quotidiano, espresso attraverso la semplicità che nulla ha a che fare con la banalità, ma che ambisce all’essenzialità.
La tendenza all’essenziale, che nei prossimi mesi cercheremo di declinare attraverso il nostro stile perché ci rappresenta davvero molto, passa per la riduzione dei materiali, i colori eterei, un’eleganza garbatamente onirica e rilassante che allo stesso tempo non perde materia.

Via libera ai materiali di recupero leggeri, a una mise en place che suggerisce delicatezza, rispetto scenico e tanto, tanto tatto.

Benvenuti, quindi, nell’epoca di una convivialità contemplativa e distesa, fatta di molta sostanza e poca apparenza, di toni alleggeriti, forchette che si muovono piano, camerieri che volteggiano come libellule, menu che sanno condurre la mente al riposo abbracciando tutti i sensi e passando per pochi sapori appena, sagacemente mescolati.

 

02

 

03

 

04

 

05

 

06

 

07

 

08

 

09